CONDIVIDI

Eurocup 2017 classe UFO22 – 1a tappa: ecco il podio

La prima regata della stagione ha goduto di un bel sole caldo e di un vento frizzante che ha permesso ai velisti di cimentarsi in virate e giochi di vele, divertendosi un mondo.
Nel fine settimana via all’ Eurocup 2017 con n. 6 prove disputate e portate a termine senza problemi visto che il vento non è mai mancato.
A fianco della competizione sportiva vi sono stati alcuni momenti piacevoli di convivialità (colazione ed aperitivo in terrazza con uno splendido panorama del lago) nonché l’assemblea della classe velica.
Al termine della sesta prova, la classifica ha visto sul podio al primo posto Accatino Albino (C.V.S. Sarnico ), sul secondo gradino Nicolò Alberto (A.V.A.S. Lovere) e terzo classificato Barbi Francesco (C.V. Canottieri Porto S. Stefano).

I commenti:

Paolo Bertuzzi: Due giorni stupendi di vento teso e sole che han messo a dura prova soprattutto quelli che durante l’inverno si erano dimenticati automatismi dati per assodati! Ottimo inizio stagione ufficiale.

Gianni Farina: Anche se con la lingua fuori ogni due strambate e mille intoppi sono stati due giorni fantasticii. Complimenti all’organizzazione a terra e in acqua. Chi non c’era si è perso un super inizio di stagione.

Antonio Paolo Confalonieri: Equipaggi arrugginiti equipaggi improvvisati, rotture inaspettate di barche, ma non toglie nulla alla prestazione dei ragazzi del Mojito che si confermano la barca da battere…. Bravi ragazzi 👍👍👍👍 organizzazione spettacolare bravi a chi a permesso questi 2 giorni spettacolo

Michele Magagna: Un WE intenso e divertente con vento eccezionale e tanto sole, un impeccabile organizzazione sul campo e fuori senza far mancare le sorprese a tanti equipaggi. Insomma c’era tutto o quasi… con qualche equipaggio in più questa prima importante tappa del Ufo22 Eurocup 2017 sarebbe stata l’avvio di stagione alla perfezione.
Partiti con un equipaggio improvvisato all’ultimo momento siamo usciti in anticipo per fare qualche manovra quando ha ceduto il martelletto dello strallo con conseguente disalberamento fortunatamente a vele bianche e con danni limitati. Dopo un pronto intervento a risistemare il tutto siamo riusciti a raggiungere nuovamente il campo di regata per farci qualche regattina. Anche se inizialmente ancora traumatizzati alla fine siamo riusciti a ritrovare le fiducia nei materiali e nelle nostre manovre per regattare nelle nostre abituali condizioni “torbolane”.
Complimenti ai ragazzi di Mojito per la loro prestazione e a tutto il team che ha contribuito alla realizzazione di questo bellissimo evento che rimarrà in buon ricordo per ritornare in futuro con piacere in questo angolino particolare del lago d’Iseo.

Giovanni Pezzoni: Due bellissime giornate di vento e sole, per noi del basso Lago anche se non abituati a queste intensità abbiamo cercato di dare il nostro meglio,l’ufetto si è dimostrato per l’ennesima volta una barchetta generosa e divertente con le sue planate,un ringraziamento all’organizzazione eccellente
Complimenti a Fabio Ciabatti che ci ha immortalato è reso visibili sui social
Sicuramente bisogna tornare