CONDIVIDI

L’Ufo 22 di Paolo Bertuzzi guida la classifica provvisoria della terza tappa di Terra e Mare Cup.

 

Riva del Garda sta ospitando la terza tappa della Terra e Mare Cup Ufo 22 e regala, nella prima giornata, un’aria da adrenalina e tre prove che sanno già di sfida.

E’ Turboden di Paolo Bertuzzi, con Checco Barbi al timone e Lorenzo Borrello alle scotte, a chiudere in testa alla classifica provvisoria anche se a pari punti con il presidente di Classe Giorgio Zorzi su Blue Moon Econova. Turboden, campione europeo in carica, fa sue le prime due manche e poi, nella frazione di gara più difficile per le condizioni meteo cambiate radicalmente per colpa dei temporali, non trova la partenza giusta ed è costretto ad inseguire. Ne approfitta Zorzi che, con la sua solita regolarità, copre sempre le posizioni di vertice. A bordo di Blue Moon il fratello Michele e Mara Trimeloni, vincitrice dell’europeo 2014 e passata alla corte di Zorzi. Ad una sola lunghezza c’è Incubo, in testa alla classifica Terra e Mare per le due vittorie consecutive nelle prime due tappe del campionato, che oggi, guidato dal patron del cantiere Roberto Benedetti con i giovani Vittorio Marelli e Joshua Camilli, allenatore di 29er, non trova mai il bullet ma non scende nemmeno dal podio.

La sfida, dunque, si presenta apertissima e le altre tre prove in programma domani, con l’entrata dello scarto, terranno alto il tasso di competitività della flotta.

Una flotta che già oggi ha mostrato di saperci fare, navigando in un campo di regata bellissimo ma per niente scontato che ha costretto il comitato a cambiare la posizione della boa di bolina in corso d’opera e a ridurre la terza prova per un calo improvviso di aria.

 

“Siamo tornati a planare – dice il driver di Turboden Checco Barbi – e questo fa sempre divertire. Nella seconda manche l’arrivo è stato al fotofinish con tre barche tutte attaccate. Bellissimo”.

L’appuntamento è per domani mattina con il Peler.

 

Classifica dopo tre prove:

1 ITA 96 Francesco Barbi, Paolo Bertuzzi, Lorenzo Borrello, Turboden 7,0 1 1 5

2 ITA 116 Zorzi Giorgio, Trimeloni Mara, Zorzi Michele, Blue Moon Econova 7,0 2 4 1

3 ITA 124 Benedetti Roberto, Camilli Joshua, Marelli Vittorio, Incubo 8,0 3 2 3

4 ITA 7 Confalonieri Antonio Paolo, Bianchini Davide, Togni Cesari, Mia Milù 12,0 5 3 4

5 ITA 123 Cimarosti Ottavio, Parrinello Federico, Pellegrini Federico, Dama Bianca 15,0 6 7 2

6 ITA 108 Roberto Delaini, Giovanni Bernamonti, Michela Castagna, Flo 19,0 7 6 6

7 ITA 93 Giuseppe Caramatti, Martinelli Gianfranco, Rivi Giuliano, Spina nel Fianco 21,0 4 8 9

8 ITA 18 Alessandro Vitali, Michele Fenaroli, Paolo Gilberti, Jack Sparrow 25,0 13 5 7

9 ITA 102 Giovanni Pezzoni, Peurta Ermanno, Della Giovanna A. Urbani B., Ronin 29,0 9 10 10

10 GER 75 Sebastian Graba, Vollertsen Christoph, Groh Lukas, Fiamma 31,0 10 9 12

11 ITA 73 Capitanio Remo, Andrea Pisoni, Nicola Ghirardelli, Freedom 32,0 12 12 8

12 ITA 58 Errico Pasquale, Dondelli Simone, Bianchini Roberto, Era Ora 35,0 8 dns 11

13 ITA 49 Magagna Michele, Troi Gudrun, F. Andreas M.Michele, Frisbee 38,0 14 11 13

14 ITA 106 Raffaele Gugole, Fiorenzo Fasoli, Stefano Righetti, Wet & Pretty 38,0 11 13 14

15 ITA 92 Lotto Alessandro, Dall’Amico Alessandro, Saccardo Girolamo, Dumbo 47,0 15 dns dns