CONDIVIDI

Arte e vela per la terza prova del circuito che sceglie il lago d’Iseo con il suo Floating Piers

 

Gli Ufo 22 inaugurano The Floating Piers sul lago d’Iseo con la terza prova dell’Ufo Cup che vede impegnate dodici imbarcazioni a Sarnico.

E nella giornata in cui il lago d’Iseo è il centro dell’attenzione mondiale per l’opera di Christo che viene aperta per regalare l’emozione di camminare sulle acque, gli Ufetti combattono su tre prove con un vento da sud che ha soffiato intorno agli 8-10 nodi proprio nel canale tra Travernole e Montisola.

Prove, come sempre, combattute che fanno chiudere la classifica provvisoria con in testa il Presidente di Classe Giorgio Zorzi su Blue Moon. Due primi ed un secondo posto perfetti , che mettono già 5 punti di distacco dall’iseguitore Ma.Ma di Leonardo Ricci con la barra affidata a Enrico Cusinato. Dietro Pasquale Errico su Era Ora. Turboden, sostenitore della due giorni iseana, con Checco Barbi al timone, chiude quinto preceduto da Jack Sparrow di Alessandro Vitali. Domani altre due prove con una nuova formula. Si parte in prossimità del molo galleggiante più famoso al mondo per dirigersi a Lovere. Una “lunga” che vedrà due classifiche distinte. L’andata varrà come quarta prova, mentre il ritorno come quinta ed ultima.

Le previsioni meteo non sono delle migliori ma gli Ufetti sono pronti per essere guardati dalla migliaia di persone che passeggeranno sulla quella scia giallo oro che per due settimane collegherà Montisola alla terra ferma.

Classifica dopo 3 prove:

  1. Zorzi Giorgio – Blue Moon – 1 2 1 tot. 4
  2. Cusinato Enrico – Mama. – 2 1 6 tot. 9
  3. Errico Pasquale – Era Ora- 5 4 4 tot. 13
  4. Vitali Alessandro – Jack Sparrow – 8 3 3 tot. 14
  5. Barbi Francesco – Turboden – 4 7 5 tot. 16

seguono altre 7 imbarcazioni.